mostre

fn000930.jpg  
fn000930.jpg fn000931.jpg fn000932.jpg

Vieni: usciamo. Tempo è di rifiorire.

Galleria S. Andrea 19 Novembre - 1 Dicembre Via Cavestro, 6 Parma

Un verso tratto dalla poesia Consolazione di Gabriele D’Annunzio del 1891 dà il titolo alla mostra di S.Andrea. Una mostra dedicata ai fiori e al rapporto con la natura più in generale. Il verso della poesia scelto come titolo rende bene il senso del “rifiorire”, inteso come il lavoro incessante e miracoloso della natura che ogni anno ritorna alla vita dopo il ripiegamento invernale. E’ il rifiorire quindi del mondo, del respiro, di una forza vitale che torna a parlarci, a chiamarci.
Il tema del fiore si presenta trattato in maniera diversa dai due artisti, in un intenso intreccio di rimandi e in un confronto vibrante nelle diverse interpretazioni.
Stefania Guidastri presenta una serie di dipinti in cui Il fiore è inteso come esplosione di colore, lavorato nella materia, con un senso di carnalità dei petali e di vita prorompente. Un forte impatto che arriva ad abbagliare e che nell’intensità cromatica sfiora il senso di una realtà naturale quasi psichedelica.
Paolo Mancini si immerge in una natura intimista, a tratti notturna, che vibra intensamente in una dimensione onirica, con petali resi da pennellate ampie, libere e indefinite, con fiori e paesaggi che paiono scossi lievemente dalla brezza di un pensiero profondo, il richiamo di una natura accennata eppure fortemente presente.
In questo controcanto sta il senso della mostra, la natura che esplode e ci abbaglia, la natura che ci sussurra un richiamo ineludibile.
E non a caso i due artisti scelgono il tema del fiore anche se siamo lontani dal momento naturale della fioritura: siamo in realtà non in primavera ma all’inizio dell’inverno eppure questa ricerca artistica può parlarci di un richiamo più simbolico e più profondo. Per noi umani, ripiegati su noi stessi da troppo tempo, oppressi da un inverno che è stato infinito e che ancora mostra cupe nubi al nostro orizzonte, è tempo di provare a uscire, di tornare a rivedere il mondo e soprattutto metterci in ascolto della natura, unica vera maestra di vita.
Con una sola speranza: che possa essere giunto, per tutti noi, il tempo di rifiorire.

LINK